Il servizio di tutela minori interviene a sostegno di famiglie con minori, residenti nei comuni di Corsico, Cesano Boscone, Assago, Buccinasco, Trezzano sul naviglio e Cusago,  per le quali sia stato attivato un provvedimento da parte dell’Autorità Giudiziaria.

Il Servizio è in linea con i più recenti orientamenti metodologici nonché con quanto previsto dalla DGR 7/20100 del 2004, che, anche relativamente al funzionamento dei servizi dedicati alla tutela dei minori, raccomanda una “metodologia organizzativa” in cui vengano individuate “funzioni trasversali, condivise da tutti i servizi, sanitari, socio-sanitari, sociali educativi, che implicano azioni di prevenzione primaria (riduzione del rischio) e di prevenzione secondaria (rilevazione e protezione ivi comprese segnalazione e/o denuncia”) e funzioni specializzate, di prevenzione terziaria (valutazione e trattamento)”

Si tratta di un servizio che, all’interno di un modello integrato di tipo psico-socio-pedagogico, deve essere in grado di operare, anche attraverso le opportune relazioni di rete, in ogni fase del processo di tutela del minore, svolgendo anche compiti di raccordo e coordinamento nei confronti del sistema dei servizi rivolti ai minori ed alla famiglia, presenti nell’ambito territoriale di riferimento. La necessaria scientificità metodologica impone che il servizio sappia intendersi come parte di un sistema complesso di interventi, servizi, agenzie educative con i quali si ritiene indispensabile costruire una fattiva collaborazione ed una progressiva condivisione del metodo e degli obiettivi, anche al fine di favorire una complessiva promozione della comunità locale nella quale si è chiamati ad operare.

All’interno del servizio sono previste diverse tipologie di intervento

  • indagini psico-socio-pedagogiche sui nuclei familiari
  • valutazione delle competenze genitoriali
  • valutazione sociale – psicologica – educativa, rispetto alla ricuperabilità delle funzioni genitoriali
  • indagini psico-socio-pedagogiche sui minori soggetti a provvedimenti in ambito penale
  • definizione dei progetti e relativa presa in carico con interventi di sostegno sociali e/o psicologici e/o educativi
  • attivazione e monitoraggio in itinere dei progetti definiti per i minori e le famiglie

 

  • Interventi educativi

All’interno della progettazione integrata di tipo psico-socio-pedagogico, il servizio prevede l’attivazione di interventi educativi individuali e/o di gruppo, riconducibili alle seguenti quattro tipologie:

1) interventi di sostegno a famiglie che si trovano in difficoltà temporanea, con compromissione dell’esercizio della funzione educativa

2) interventi di sostegno al reinserimento di minori precedentemente allontanati dal nucleo famigliare, quale “accompagnamento” alla ripresa di relazioni adeguate

3) interventi di sostegno in situazioni in cui si preveda come necessario l’allontanamento del minore, quale “progetto-ponte” in grado di accompagnare una fase particolarmente critica per il nucleo familiare

4) interventi protetti di mediazione educativa

 

  • Interventi territoriali e di comunità

Il Servizio ha attivato anche interventi integrativi territoriali, in un’ottica di corresponsabilizzazione comunitaria e tutela diffusa; attraverso l’utilizzo della metodologia relazionale e di comunità, vengono facilitati gruppi di lavoro composti da soggetti formali e informali attivi sul target dei minori (referenti ATI/servizi sociali/scuole/altri servizi territoriali/associazioni e cooperative presenti/oratori/genitori/ragazzi). Tali gruppi hanno la possibilità di condividere le rispettive letture/esperienze e analizzare in modo congiunto le problematiche esistenti; successivamente vengono individuati bisogni specifici, condivisi come prioritari, e declinati poi in azioni concrete

 

CONTATTI

Riferimenti: anna brioschi

cell. 3391786434

mail: anna.brioschi@aclimilano.com